Elenco Artisti

 

Under construction… 

San Giacomo Festival – XIV Stagione (ottobre 2014 – febbraio 2015)

San Giacomo Festival – XIII Stagione (marzo – settembre 2014)

San Giacomo Festival – XII Stagione (ottobre 2013 – febbraio 2014)

San Giacomo Festival – XI Stagione (marzo – settembre 2013)

San Giacomo Festival – X Stagione (ottobre 2012 – febbraio 2013)

San Giacomo Festival – IX Stagione (marzo – settembre 2012)

San Giacomo Festival – VIII Stagione (ottobre 2011 – febbraio 2012)

San Giacomo Festival – VII Stagione (marzo – settembre 2011)

San Giacomo Festival – VI Stagione (ottobre 2010 – febbraio 2011)

San Giacomo Festival – V Stagione (marzo – settembre 2010)

San Giacomo Festival – IV Stagione (ottobre 2009 – febbraio 2010)

San Giacomo Festival – III Stagione (giugno – settembre 2009)

San Giacomo Festival – II Stagione (marzo  – giugno 2009)

San Giacomo Festival – I Stagione (ottobre 2008 – febbraio 2009)

Cantantibus (novembre 2008 – febbraio 2009)

Humor Allegro (giugno – agosto 2008)

Giugno musicale (giugno 2008)

Suoni e Luci (maggio 2008)

Il rugginoso e l’imperfetto (febbraio – marzo 2008)

La voce ritrovata (aprile – giugno 2007)

 

 

San Giacomo Festival – XIV Stagione (ottobre 2014 – febbraio 2015)

 

STEFANO ALBARELLO

Dal 1985 si occupa di musica antica approfondendo oltre il campo musicologico, la prassi del canto e degli strumenti a pizzico occidentali e arabi. Opera da anni nel concertismo come solista e direttore di insiemi; ha all’attivo concerti in tutto il mondo. Ha partecipato come solista ad oratori ed opere barocche. Ha all’attivo collaborazioni nella musica araba, ottomana ed ebraica tra cui: l’Orchestra Arabo Andalusa di Tangeri, Moni Ovadia; e nel teatro: Corrado Augias, Don Andrea Gallo, David Riondino. Ha eseguito incisioni discografiche per RCA, Opus 111, Symphonia, Tactus, Dynamic e Bongiovanni Passacaille ed altri. Ha collaborato alla realizzazione di colonne sonore per il teatro e il cinema tra queste: il film I Picari diretto da Mario Monicelli e recentemente nel film Io Don Giovanni di Carlos Saura. Dal 1988 è direttore dell’Ensemble Cantilena Antiqua con il quale svolge attività di ricerca, incisioni discografiche e concerti su repertori medievali in prima esecuzione. Docente a Lucca di Canto Sacro medievale e Musica d’insieme per voci e strumenti antichi. Tiene corsi e stages in internazionali di interpretazione vocale e strumentale medievale con particolare riguardo al canto liturgico e paraliturgico monodico e polifonico e di musica araba. Svolge attività come ingegnere del suono e direttore di registrazione per numerose case discografiche internazionali.

 

VERA ALCALAY

Si è diplomata in Pianoforte, Musica corale e direzione di coro e Clavicembalo; ha poi ottenuto il biennio specialistico in Maestro al Cembalo; si è perfezionata con K. Gilbert, E. Fadini, C. Jaccottet e J. Christensen. Ha curato articoli apparsi sui Quaderni dell’IRTEM e alcune edizioni moderne di musica per tastiera; ha collaborato, come curatrice della collana Esacordo, con la casa editrice Ut Orpheus di Bologna. Svolge attività concertistica come solista e in gruppi cameristici e orchestrali. Ha effettuato registrazioni per la RAI e la Radio Vaticana nonché incisioni discografiche per la Fonit Cetra e la Brilliant. È titolare della cattedra di Clavicembalo e tastiere storiche presso il Conservatorio di Musica N. Piccinni di Bari.

 

LORENZO ANTINORI

Diplomato in organo con massimo dei voti e lode, ha conseguito cum laude la laurea specialistica in organo ed è diplomato in clavicembalo con massimo dei voti presso il Conservatorio Rossini di Pesaro, ove frequenta il biennio superiore in clavicembalo. Ha seguito corsi di perfezionamento con maestri di chiara fama (Tagliavini, Zerer, Lohmann, Gnann, Tasini, Parle, Matesic). Ha ottenuto vittorie in concorsi organistici nazionali ed internazionali. Svolge intensa attività concertistica come solista o in formazioni strumentali e corali, in Italia ed all’estero.

 

FEDERICA ARTUSO

Ha studiato chitarra con Stefano Grondona al Conservatorio di Vicenza, dove si è diplomata e laureata con il massimo dei voti, lode e menzione speciale. Ha partecipato a numerose masterclass, con Galbraith, Mondiello, Trepat, Dieci, Ghiglia, Huggett e Kujiken. È stata premiata in vari concorsi di esecuzione, e nel 2010 ha ottenuto il terzo premio alla 35a edizione del Concorso Internazionale di Gargnano. Suona in duo con il chitarrista Andrea Bissoli, e ha partecipato al suo progetto Villa-Lobos, realizzato in tre cd per l’etichetta Naxos.

 

MATTEO BALBONI

È nato a Ferrara il 31/08/1995. Studia con Debora Villani, già allieva di Alexander Lonquich, presso il Conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara. Prosegue gli studi nella classe del M° Luigi Di Ilio, completando gli studi del compimento inferiore di pianoforte con il massimo dei voti. Ha seguito i corsi di Luigi Di Ilio (allievo di Guido AGOSTI), Lucia Passaglia (già allieva di Arturo BENEDETTI MICHELANGELI), Sergio Mascarà ed ha partecipato alle Masterclass di Pier Narciso Masi e Clive Britton, partecipando ai Concerti finali. Secondo classificato al Concorso Nazionale di esecuzione Musicale Città di Riccione 2013. A Ferrara ha tenuto il concerto di chiusura dei 150 anni dell’Unità d’Italia come solista e il concerto per la ricostruzione della sinagoga presso il palazzo Costabili. Ha inoltre tenuto altri concerti a Ferrara, ha partecipato ai concerti finali dei corsi di Luigi Di Ilio in Abruzzo, e nel 2012 ha tenuto un concerto con il violinista Luca Mardegan a Rovigo. È attualmente iscritto all’ottavo corso di pianoforte principale presso il Conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara.

 

ANNALISA BALDUCCI

Ha conseguito i Diplomi Accademici di I e II Livello in Canto Lirico e in Musica Vocale da Camera (110 con Lode) a Bari. Si perfeziona con G. Ravazzi (canto) e E. Battaglia (musica vocale). Vincitrice di vari Concorsi di canto, si è esibita diretta da Agiman, Baronello, Beltrami, Maestri, Molinini, Paternoster, Parisi in diversi teatri (tra tutti, gli Industri di Grosseto, il Mancinelli di Orvieto). È stata: Kate (Butterfly) e Nella (Gianni Schicchi); Clarina (La Cambiale di Matrimonio); Despina (Così fan tutte); la Contessa (Le Nozze di Figaro). Nel 2013, è stata Lasolmina (Il pianista disgraziato) di G. Lupis. Ha eseguito in prima assoluta composizioni di D. Molinini e C. Masotti su poesie di autori contemporanei.

 

MANUELA BELLUCCINI

Diplomata in pianoforte al Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo, inizia la sua formazione musicale sotto la guida del M° Luca Verdicchio. Nel Maggio 2000 vince il1° Premio al “VII Concorso Nazionale per Giovani Pianisti” Città di Camerino e frequenta i “Corsi estivi di perfe­zionamento” tenuti dal M° Lorenzo di Bella. Dal 2004 collabora con l’“Associazione Culturale Stella” di Potenza Picena in diverse produzioni come “Jesus Christe Superstar” e “Sette spose per sette fratelli” (1° premio Festival Internazionale Castello di Gorizia). Da tempo impegnata anche come pianista accompagnatrice per cantanti, strumentisti e formazioni corali.

 

ENRICO BERNARDI

Consegue il Diploma Accademico di secondo livello in pianoforte e discipline musicali presso il Conservatorio di Bologna nell’anno accademico 2005/2006 ottenendo il massimo dei voti e la lode sotto la guida della Prof.ssa Valeria Cantoni. Si è perfezionato in pianoforte seguendo le masterclass del M° A. Ciccolini e del M° F.Ottaviucci. Nell’anno accademico 2011\2012 ha completato con successo il corso medio di composizione sotto la guida del M° P. Aralla presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna. Nell’ambito della musica antica ha partecipato alle masterclass del M° F. Tagliavini e del M° E. Fadini e continua lo studio del clavicembalo nell’ambito del biennio specialistico di secondo livello presso il Conservatorio G.B. Martini sotto la guida della Prof.ssa S. Rambaldi. Ha ottenuto recentemente il primo e il secondo premio in duo con la clavicembalista Loredana Lentini al concorso internazionale di clavicembalo Wanda Landovska di Ruvo di Puglia (Ba) nell’esecuzione dei concerti per clavicembalo e orchestra di J. S. Bach. È risultato inoltre vincitore della sezione “Nuove musiche per clavicembalo” con il brano“Preludio e ricercare per due clavicembali” in qualità di compositore. Ha visto eseguite due composizioni (“Preludio” e “Omaggio a Messiaen”) presso il Teatro Comunale di Bologna nell’ambito dei concerti dedicati ai giovani compositori nel 2010 e nel 2011 e ha vinto il Premio Zucchelli 2014 nella sezione composizione.

 

ANTON BEROVSKI

Ha iniziato giovanissimo lo studio del violino al Liceo Artistico (Conservatorio) di Tirana, per poi proseguire presso L’Accademia delle Belle Arti di Tirana, dove si è laureato ottenendo il massimo dei voti e lode. Ha studiato dapprima in Italia, presso la Scuola di Musica di Fiesole e all’Accademia Musicale Chigiana di Siena con il maestro P. Farulli ottenendo il diploma di merito, come primo violino del quartetto “Tirana”. Ha al suo attivo numerosi concerti sia come solista che in gruppi da camera in tutto il mondo. In qualità di primo violino di spalla, ha lavorato presso prestigiose Orchestre Sinfoniche italiane e straniere. Ha registrato oltre 20 cd per etichette discografiche Italiane ed estere. Attualmente primo violino del Quartetto Alborada e primo violino del Quintetto Nu-Ork con il quale ha collaborato con artisti come Lucio Dalla, Beppe D’Onghia, Paolo Fresu, Uri Caine, Roberto Vecchioni, Sheila Jordan, ecc.

 

LEONARDO BONETTI

Classe 1992, si è diplomato col massimo dei voti nel Luglio 2013 presso il Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna, sotto la guida del Maestro Piero Bonaguri. Inoltre presso l’Università di Bologna, svolge ricerche sperimentali di psicologia della musica. Ha suonato come solista in prestigiosi luoghi quali “Sala Bossi” a Bologna; teatro “Concordia” a San Marino, Auditorium “Achille Peri” a Reggio Emilia, “Auditorium Corelli” a Fusignano, “Palazzo Roverella” a Ferrara, Auditorium “L. Marenzio” a Boario Terme. Ha preso parte all’organizzazione di importanti eventi quali “Corelliana 2013”. Si è inoltre esibito come interprete in presentazioni editoriali curate da Frédéric Zigante per Ricordi e Max Eschig nella libreria “Ut Orpheus” di Bologna. Ha partecipato a Masterclass con Maestri del calibro di Ramon Carnota, Michael Lewin, Jesus Castro-Balbi, Walter Zanetti. Sotto la guida di Maurizio Pisati ha studiato elementi di composizione. Ha vinto premi partecipando a vari concorsi nazionali. Attualmente è docente di chitarra presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna.

 

ROBERTO CALIDORI

Ha frequentato corsi di Fortepiano tenuti da Laura Alvini, Paul Badura-Skoda, Emilia Fadini e Carlo Mazzoli. Diplomatosi in Clavicembalo con il massimo dei voti sotto la guida di Annaberta Conti presso il Conservatorio statale di Bologna, dove pure si era diplomato in altre 4 discipline, tra cui Composizione, ha poi conseguito il Diploma di II livello in Clavicembalo con lode e menzione onorevole sotto la guida di Silvia Rambaldi. Si è laureato in DAMS indirizzo musica presso l’Università di Bologna. Con varie tastiere (Pianoforte, Clavicembalo, Clavicordo e Fortepiano) ha svolto attività concertistica come solista ed in gruppi cameristici con lusinghieri consensi di pubblico e di critica. Ha avuto l’onore di suonare in più occasioni le tastiere antiche della Collezione Tagliavini. Ha collaborato come pianista accompagnatore al Centro di formazione professionale del Teatro Comunale di Bologna. Ha tenuto per alcuni semestri un corso introduttivo al contrappunto rinascimentale presso l’Università di Ferrara. Dopo avere insegnato presso i Conservatorii di Potenza e Rovigo, insegna Lettura della partitura al Conservatorio di Ferrara.

 

CANTIGA CARACOL

Nata nel gennaio 2014 dalla passione per la cultura portoghese del violinista Vladimiro Cantaluppi e della cantante Silvia Cavalieri, la formazione viene completata dagli strumenti a corda (chitarra e chitarrino battente) e a percussione di Giovanni Tufano e dal contrabbasso di Agostino Ciraci. Le canzoni in repertorio provengono dalle zone più povere del Portogallo rurale (arcipelago delle Azzorre compreso), grazie alle preziose testimonianze orali registrate da studiosi a partire dai primi anni Settanta. Il campo di interesse di questo ensemble si è poi esteso alle musiche tradizionali di altre aree della Penisola Iberica (Paesi Baschi, Catalogna, Andalusia). Studi e frequentazioni che spaziano dal classico al popolare/etnico hanno permesso ai quattro componenti del gruppo di dare una personale interpretazione di queste musiche, ancora troppo trascurate, soprattutto in Italia.

 

CEMBALORCHESTRA

Nasce da un’idea di Rita Marchesini e Silvia Rambaldi nell’ambito del corso di perfezionamento musicale di Castelluccio. I musicisti sono stati scelti in seguito ad una selezione di giovani e promettenti studenti e sono coordinati dal Primo Violino Concertatore Michelangelo Lentini. Questo ensemble ha dato vita al “Progetto Bach”, riscuotendo un ottimo successo di pubblico e di critica. In seguito si é esibito con il Progetto Vivaldi dove i giovani strumentisti si sono alternati nel ruolo di Solisti. L’ultima produzione dedicata alle 4 Stagioni di Vivaldi illustrate ha riscosso grande successo ed ha già numerose richieste di repliche in prestigiosi Festival.

 

CIAS&CO

Nel giugno 2014 a Chisinau, capitale della Moldova, si è svolta la 1a edizione del Concorso Internazionale di Giovani Pianisti “Moldava-Italia” organizzato dal Centro di Studi e Cooperazione Accademica Internazionale della Moldova (CIAS&Co) in cooperazione con il Ministero della Cultura, l’Ambasciata Italiana, Filarmonica Nazionale “Serghei Lunchevici”, Sala dell’Organo di Chisinau, Eximbank – Gruppo Veneto Banka, Cedacri International, Associazione “Agimus” di Padova, Associazione Culturale “Sicilia-Moldova”, Valigerie Roncato S.p.A. Questa iniziativa nasce con la finalità di promuovere nel corso degli anni lo scambio interculturale tra giovani talenti italiani e moldavi di età compresa entro i 16 anni. I vincitori del concorso ricevono tra gli altri premi la possibilità di esibirsi in numerosi concerti in città italiane (Padova, Bologna, Abano Terme, Roma) e alcune città moldave. I migliori classificati dell’edizione di quest’anno sono: Elisaveta Coroli 10 anni (Moldova), Riccardo Martinelli 11 anni (Italia), Igor Voronin 14 anni (Moldova), Antonio Danza 16 anni (Italia), Tamara Popov 16 anni (Moldova). Questi giovani pianisti sono già vincitori di importanti competizioni nazionali ed internazionali e si esibiranno in un programma vario che toccherà autori e periodi storici differenti mostrando l’alto livello artistico della loro preparazione.

 

NICOLETTA CONFALONE

Si è diplomata in chitarra al Conservatorio di Rovigo. Ha studiato con Oscar Ghiglia, Ruggero Chiesa e Stefano Grondona. Ha conseguito cum laude le lauree in Giurisprudenza a Ferrara e in Musicologia a Venezia. Grazie alle sue ricerche su Emilia Giuliani, concretizzatesi negli articoli pubblicati su Il Fronimo e nella prima edizione dell’opera omnia, realizzata dalla DGA Editions, Texas, ha vinto la Chitarra d’oro per la musicologia 2014.

 

LUCA CUBISINO

È un pianista dalle straordinarie doti interpretative che ha riscosso consensi in Europa e negli USA, dove vive e lavora. Hanno contribuito alla sua formazione pianisti del calibro di F. Thiollier, A. Ballista, A. Delle Vigne, C. Kang, G. Fauth, B. Canino, E. Pace, A. Nel, B. Slutsky, etc. Gli insegnamenti di Franco Scala hanno avuto un peso fondamentale nel suo approccio pedagogico. Classificatosi nelle prime tre posizioni in oltre venti concorsi pianistici nazionali ed internazionali, si è formato presso l’Istituto Musicale “V. Bellini” di Catania e ha conseguito tre Master: a Rotterdam (Olanda), Cesena e San Marcos (USA). Attualmente segue un DMA presso l’University of Miami, dove ha ottenuto una borsa e un lavoro da assistente.

 

EMANUELA DEGLI ESPOSTI

Si diploma con il massimo dei voti sotto la guida di Alba Novella Schirinzi al Conservatorio di Bologna e completa gli studi presso la Rubin Academy di Tel Aviv. Premiata a vari concorsi, per diversi anni collabora come prima arpa con varie orchestre, tra cui l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, la RAI di Napoli e Milano, i Teatri di Genova e Bari e l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana di Lugano, suonando sotto la direzione di Mehta, Prètre, Muti,Gavazzeni, Oren, Chailly, Inbal, Berio. Come solista e camerista svolge intensissima attività concertistica in Italia e all’estero. Ha al suo attivo numerose incisioni. È titolare della cattedra di arpa al Conservatorio Arrigo Boito di Parma.

 

EUGENIO DELLA CHIARA

Intraprende lo studio della chitarra all’età di 8 anni sotto la guida della Prof.ssa Simona Barzotti. Nel 2002 incontra il Maestro Piero Bonaguri, di cui segue i corsi presso la Scuola Grande “San Filippo” di Faenza. Nel2010 si diploma in chitarra con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “Gioachino Rossini” di Pesaro, sotto la guida del Maestro Giuseppe Ficara. È risultato per due volte vincitore delle borse di studio assegnate dalla Fondazione Rossini. Prosegue gli studi umanistici presso la facoltà di lettere dell’Università Cattolica di Milano, dove nel febbraio 2013 ottiene la laurea di I livello in lettere classiche presentando una tesi sulla Cenerentola di Rossini (premiata con la lode).È dedicatario di nuove musiche da parte di Carlo Galante, Davide Anzaghi, Paolo Ugoletti, Pippo Molino,Marco Reghezza, Alessandro Spazzoli e Roberto Tagliamacco. Svolge un’intensa attività concertistica che lo ha portato a suonare in Giappone (VangiMuseum di Mishima) ed al Rossini Opera Festival (come solista nel 2013 e in orchestra l’anno seguente). Nel 2015 sono in programma suoi concerti a Milano, presso l’Auditorium Fondazione Cariplo – per la stagione cameristica de la Verdi – e a Vienna, per l’Istituto Italiano di Cultura. Di rilievo anche la sua attività discografica: il suo primo disco, “Attraverso i secoli”, è uscito nel giugno 2012 perla Phoenix Classics. “RossiniMania” – uscito per Discantica con il patrocinio del Rossini Opera Festival – è incentrato sulle composizioni a lui dedicate in omaggio all’operista pesarese, tutte presentate in prima registrazione assoluta.

 

LUIGI DI ILIO

Pianista abruzzese, inizia a soli 4 anni lo studio della musica. Studia con Lucia Passaglia, già allieva di Benedetti Michelangeli, presso il Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Prosegue gli studi presso l’Accademia Musicale Chigiana a Siena, con Guido Agosti per il pianoforte e con Riccardo Brengola per la musica da Camera, ottenendo il prestigioso Diploma d’Onore. Nel 1980 debutta con Donato Renzetti (premio “G. Cantelli”) al Teatro Filarmonico di Verona, eseguendo il Concerto in re minore op. 40 di F. Mendelssohn. Nel 1981 vince la selezione per la celebrazione del 50° di fondazione dell’Accademia Chigiana, ripristinando (dopo 25 anni) la tradizione del concerto per pianoforte e orchestra. Inoltre vince importanti premi nazionali tra cui: “Premio Martucci”, “Premio Rendano”, “Premio Cata Monti”, “Premio Lorenzi” (duo pianistico per due pianoforti), “Rassegna dai Conservatori” indetta dal Teatro alla Scala di Milano (due pianoforti) con Ermindo Polidori. Insieme al violinista Fabio Biondi incide per l’etichetta OPUS 111 due CD contenenti l’opera di Gian Francesco Malipiero, l’integrale delle Sonate di Schumann e le Tre Romanze di Clara Wieck per violino e pianoforte. Attualmente collabora col violinista Alessandro PERPICH con cui ha appena realizzato l’integrale delle Sonate di Beethoven ed con la mezzosoprano Simona MANGO, con programmi raffinati ed inusuali. È docente di pianoforte principale presso il Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara.

 

DUO GOLINELLI VENTURI

Il duo Golinelli Mirella, Venturi Letizia rispettivamente soprano e pianista è attivo da diversi anni, ha riscosso notevoli consensi di critica e di pubblico. Ha tenuto concerti in importanti sale quali l’Aula Absidale di S. Lucia, il Circolo Lirico , Circolo Ufficiali, Villa Mazzacurati, Teatro Comunale di Ferrara, Palazzina Marfisa d’Este. Il Duo Golinelli Venturi ha l’obbiettivo di proporre programmi o monografici o collegati storicamente per favorire una maggiore comprensione al pubblico. Mirella Golinelli, soprano ferrarese, si è esibita in importanti teatri in Italia e all’estero, ha collaborato con artisti di fama internazionale quali Peter Maag, Paolo Olmi. Ha ricevuto significativi premi e riconoscimenti artistici. Alla carriera artistica affianca quella giornalistica,pubblica saggi di storia antica ed altri. Letizia Venturi,pianista ha collaborato con importanti formazioni cameristiche,ha tenuto numerosi concerti in importanti teatri e sale. Il suo repertorio spazia dal 1600 alla musica moderna. Da anni segue la preziosa scuola pianistica del M° Bruno Mezzena, già allievo di Arturo Benedetti Michelangeli.

 

DUO PERELÀ

Nato nel 2012 tra le mura del Conservatorio “G.B Martini” di Bologna, il Duo Perelà è costituito da Roberto Carnevale (1989) al violino e Andrea D’Alonzo (1993) al pianoforte. Ha all’attivo numerosi concerti nel bolognese. Nel 2014 ha partecipato alla rassegna musicale di Cà la Ghironda (Bologna), al Festival di Musica Classica di Cellio e a Firenze nella rassegna ‘Toscana Classica’. Il repertorio eseguito ha prevalentemente un carattere romantico.

 

DUO PIANISTICO DI FIRENZE

Sara Bartolucci e Rodolfo Alessandrini. Considerati uno dei duo pianistici più originali ed eclettici delle ultime generazioni, formano un duo stabile dal 1990. Vincitori assoluti di importanti concorsi (fra cui gli internazionali di Roma, Stresa, “Schubert”) hanno tenuto numerosissimi concerti in Italia e nei Festivals internazionali a Odessa (Ucraina), Silicon Valley (USA), Bad Herrenalb (Germania) e San Francisco (USA). Il loro repertorio vanta al momento più di 150 numeri d’opera; recentemente hanno registrato in 3 CD l’integrale dell’opera a quattro mani di Anton Rubinstein per la Brilliant Classics, oltre a numerose registrazioni radiofoniche e televisive. Diplomati “magna cum laude” sotto la guida di Rosa Maria Scarlino e Stefano Fiuzzi, si sono perfezionati con Dario De Rosa, Marcella Crudeli, Hector Moreno, Norberto Capelli, e ancora con Stefano Fiuzzi conseguendo il Diploma in fortepiano e pianoforte romantico presso l’Accademia Pianistica internazionale di Imola con il titolo onorifico di Master. Attivi come organizzatori di eventi musicali, sono direttori artistici del Concorso pianistico nazionale “Città di Cesenatico” (da loro fondato) e del Concorso pianistico nazionale “Muzio Clementi”. Hanno curato alcune pubblicazioni e revisioni di opere a quattro mani per Carisch e Schott, e sono curatori della Four Hands Editions di MAP, vasto progetto editoriale che sta riportando alla luce le più importanti opere dell’Ottocento per duo pianistico.

 

ENSAMBLE CROMA

(Conservatorio Rossini Musica Antica) è la formazione dedicata alla musica antica del Conservatorio di Pesaro; a organico variabile, unisce voci e strumenti diversi e si è esibita in varie occasioni in centro Italia, tra cui il recente concerto presso la Prefettura di Pesaro nella Giornata Europea della Musica Antica.

 

ENSAMBLE VOCALE “L’AURA MUSICA”

Il Coro nasce nel 2010, si è esibito in varie manifestazioni a scopo benefico, ha come obbiettivo artistico di spaziare attraverso musiche di epoche molto diverse fra loro (dalla musica vocale del 1500 sino al Musical). Il Coro spesso si avvale della partecipazione di strumentisti e voci soliste.

 

EUROPEAN LUTE ORCHESTRA

Il liuto era bene accetto in terra in ogni situazione musicale ma anche, come ci assicura l’iconografia musicale religiosa, in Paradiso con cori e gruppi strumentali angelici. Le combinazioni strumentali potevano essere quanto mai varie e numerose ma, a memoria d’uomo, nella nostra epoca non si è mai si è realizzato un ensemble strumentale di strumenti a pizzico antichi di questa portata né, forse, è mai stato realizzato nell’antichità. L’insieme proposto nel concerto non è quindi un insieme rigorosamente storico, anche se raccoglie solo strumenti a pizzico storici. Suonano pertanto liuti di varie fogge e intonazioni, chitarre rinascimentali e barocche, tiorbe padovane e chitarroni di scuola romana; tutti protesi a realizzare la mozione degli affetti e la pronuntia per raggiungere l’ideale d’espressività di ogni strumento del passato. La European Lute Orchestra principalmente raccoglie i suonatori di due società del liuto: quella inglese, la Lute Society (la prima società del liuto per numero di iscritti e anzianità di fondazione) e quella italiana, la Società del Liuto (rifondata un paio di anni fa sulle tracce di una esperienza precedente) altri suonatori europei completano l’organico. Gli autori in programma sono tra quelli che hanno segnato profondamente la storia della musica del mondo occidentale con brani che venivano suonati, danzati e ascoltati a Corte ma, nel contempo, avevano circolazione ed erano di gran voga nell’ambito della musica più popolare.

 

PAOLO FALDI

Nato a Firenze nel 1961, si è diplomato in oboe con Elia Ovcinnicoff, in oboe barocco con Paolo Grazzi e in Flauto dolce con Sergio Balestracci, presso il Conservatorio di Genova, la Scuola Civica di Milano e il Conservatorio di Padova. Si è perfezionato in oboe barocco con Ku Ebbinge al Conservatorio Reale dell’Aia (Olanda).Nel 1988 ha vinto il posto di Primo Oboe e Flauto Dolce nell’Orchestra Barocca della Comunità Europea (ECBO) diretta da Ton Koopmann e Roy Goodman, effettuando tournee in tutta Europa ed effettuando registrazioni radiofoniche e televisive in tutti i paesi della UE. Ha suonato con i maggiori gruppi ed orchestre barocche europee tra cui: Les Arts Florissants, Il Giardino Armonico, Accademia Bizantina,I Sonatori della Gioiosa Marca, Europa Galante, Complesso Barocco, Concerto Italiano, Concerto Koln,Armonico Tributo, Cappella Leopoldina, Collegium Aureum, I Barocchisti. Dal 1989 suona con Hesperion XXI, La Capella Reial e Le Concert des Nations diretti da Jordi Savall, con i quali ha inciso per la casa discografica Astree ed effettuato concerti nei principali festival europei. È membro fondatore dei gruppi:Ensemble L’Astree di Torino, Tripla Concordia di Genova, Cantilena Antiqua di Bologna, Fortepiano Ensemble di Bologna e l’Orchestra Barocca di Bologna di cui è direttore artistico. Suona in duo con la clavicembalista Miranda Aureli. Insegna Flauto Dolce presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova.

 

NICOLÒ FANTI

Ha studiato presso il Conservatorio di Musica “Girolamo Frescobaldi” di Ferrara inizialmente sotto la guida della Prof.ssa Rina Cellini, e successivamente con il M° Luigi Di Ilio (allievo del M° Guido Agosti) sotto la cui guida si diploma con 10, Lode e Menzione speciale. Ha partecipato come allievo effettivo a Masterclasses di Lucia Passaglia (allieva pupillo del M° Arturo Benedetti Michelangeli), Pier Narciso Masi, Clive Britton (allievo decennale del M° Claudio Arrau), Enrico Pace, Roberto Cappello e Paul Badura-Skoda. Ha ottenuto il 3° premio al Premio “Giorgio e Aurora Giovannini” (e il titolo di “menzione speciale”), al premio “Città di Riccione”, e al premio “Villa-Oliva”, ha vinto il 2° premio al Concorso Internazionale “Vietri sul Mare-Costa Amalfitana” (membro della Fondazione Alink-Argerich Foundation dal 2005). Ha vinto due borse di studio “Amici di Irina” e “D. Masarati” al Conservatorio di Ferrara. Nel 2014, con il Totentanz di

F. Liszt, ha vinto la selezione per suonare al Teatro Comunale “C. Abbado” di Ferrara con l’Orchestra del Conservatorio di Ferrara. Dal 2014 è in collaborazione con l’Associazione Fonè di Bisceglie, fondata dal Dr. Antonio Marzano, per la realizzazione di una serie di concerti sia da solista che con l’orchestra con scopo di sostenere l’ANT (Associazione Nazionale Tumori).

 

NADIA FANZAGA

Si è diplomata col massimo dei voti presso il Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara sotto la guida della pianista bulgara Ruth Pardo. Ha poi proseguito gli studi, frequentando i corsi estivi presso l’Accademia Musicale Ottorino Respighi di Assisi, didattica e concertistica al conservatorio di Segovia (Spagna) e i corsi annuali di alto perfezionamento presso l’Accademia Internazionale Pescarese tenuti dal Maestro Paolo Bordoni. Ha suonato in qualità di solista in numerose orchestre e come membro del “Trio di Ferrara in varie formazioni cameristiche”. L’intensa attività concertistica l’ha portata in molte città d’Italia, tenendo importanti tournée in Spagna, Francia, Germania, Austria, Ungheria, Grecia, Tunisia, Tanzania e Florida. Particolarmente sensibile all’interdisciplinarietà dell’arte, ha promosso e ha partecipato a diversi spettacoli e performance, dove la musica si trova in forte ricongiungimento con pittura, danza e teatro. Nel 2010 ha ideato e realizzato il progetto “Omaggio a Chopin: immagini sonore in movimento”, evento di arte contemporanea dove installazioni pittoriche, musica e danza dialogano in un vortice di colori Movimento ed emozioni. Quest’opera è stata realizzata presso la Palazzina Marfi sa di Ferrara, la Rocca dei Bentivoglio a Bazzano, la Rocca di Cento ed la Rocca di Stellata.

 

FELIX ANIMA

Il gruppo corale nasce nel 2012 dalla collaborazione fra le musiciste Carla Cesari, Federica Di Leonardo, Barbara Mazzolani, Silvia Rambaldi e il coro gregoriano “Divo Laurentio”, nato nel 2005 a Imola presso l’Associazione Musicale Laurentiana. Il coro, diretto da Carla Cesari, è chiamato ad animare servizi liturgici e partecipa spesso ai concerti che vedono protagonista la corale Laurentiana. Carla Cesari studia canto gregoriano dal 1995 e, dal 2006 partecipa alle esecuzioni concertistiche e alle produzioni discografiche del Coro Mediae Aetatis Sodalicium diretto dal Prof. Nino Albarosa. Silvia Rambaldi, concertista e docente di clavicembalo al Conservatorio di Bologna, dal 2008 studia canto gregoriano, frequentando numerosi corsi e convegni di semiologia gregoriana tenuti dal Prof. Nino Albarosa e da altri studiosi. Dal 2012 al 2014 ha tenuto al Conservatorio di Musica di Bologna il corso libero ‘Approccio alla prassi esecutiva dei neumi gregoriani’. Felix Anima ha organizzato giornate di studio per la diffusione del canto gregoriano ottenendo l’attenzione della stampa, ha animato liturgie e ha partecipato a rassegne corali suscitando unanimi consensi.

 

NICOLETTA E ANGELA FEOLA

Dopo il diploma presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, hanno proseguito gli studi musicali al Mozarteum di Salisburgo con Alfons Kontarsky frequentando il triennio di Klavierkammermusik ed approfondendo in particolar modo il repertorio del ‘900. Nel maggio 2010 hanno conseguito il diploma in Advanced Recital Piano Duet presso Trinity College London, “with distinction”. Sono state più volte ospite di importanti società concertistiche europee (La Società dei Concerti, I Pomeriggi Musicali, Novurgia, Ravello-Festival, EstatePaestum, Amici Teatro alla Scala, Umanitaria, Festival Musicale di Castel Gavarno, M. Jacobi Festival – Germania –, Concerti al Tramonto ad Anacapri – Svezia –, Fundacja Festival im Hoffmana

– Polonia – ecc.) esibendosi in prestigiose sale quali: Sala Verdi, Teatro Dal Verme, Teatro Litta (Milano), La Cittadella (Bergamo), Villa Aurelia (Roma), Villa Rufolo (Ravello), Musikverein (Vienna), GrosseSaal della Hochschule (Monaco di Baviera). Nel novembre 2010 hanno debuttato al Teatro Regio di Parma, con diretta televisiva. Ad agosto 2012 erano tra gli interpreti dell’evento “Suono & Immagini” durante il quale sono state eseguite nella Sala Verdi di Milano la “II Sinfonia” per 21 pianoforti di Daniele Lombardi, “Winter Music” di John Cage e “1-100” Michel Nymann. In occasione di PianoCityMilano2013 hanno eseguito presso la Rotonda della Besana, la Terza Sinfonia per 21 pianoforti (prima mondiale) di Daniele Lombardi.

 

CAMILLA FINARDI

Classe 1986, laurea in Musicologia, diploma tradizionale in Mandolino presso il Conservatorio di Milano, biennio di secondo livello in Mandolino con lode e menzione d’onore, selezionata più volte per il Premio delle Arti, Premio Forziati 2013 come migliore allieva del Conservatorio. Fa parte da 15 anni dell’Orchestra di Mandolini e Chitarre Città di Brescia con cui si è esibita in Italia, in Europa e negli Stati Uniti e con cui ha inciso da solista molti dischi. Solista per la Fondazione Arena di Verona, per il Teatro Verdi di Trieste, per il Teatro Regio di Parma, per la Seoul Philharmonic Orchestra, per i Solisti Veneti, per il Teatro Verdi di Buscoldo, è attiva in varie formazioni da camera.

 

LOREDANA GIACOBBI

Soprano, inizia lo studio del pianoforte da giovanissima sotto la guida del M° Enrico Reggioli. Nel 2011 consegue la Laurea di Primo Livello in canto lirico con il M° Giancarlo Pasquetto presso il Conservatorio “G.B.Pergolesi” di Fermo. Attualmente prosegue gli studi lirici con il M° Giacomo Rocchetti e direzione di coro con il M° Aldo Cicconofri. Molteplici le presenze in concerti presso i vari Teatri del territorio nazionale. Nel 2012 è stata Donna Pia nell’opera “Severo Torelli” di Ugo Bottacchiari e “Zaracchia” alla prima italiana de “Il pianista disgraziato” di Giuseppe Lupis. Hanno contribuito alla sua formazione molte presenze in formazioni corali quali “Coro del ‘700 Italiano” direttore M° Alfredo Sorichetti e la Cappella Musicale della Basilica di Loreto.

 

ENRICO GRAMIGNA

Diplomato a Ravenna sotto la guida del M° Andrini, si specializza a pieni voti in violino barocco studiando col M° Giardini. Ha frequentato corsi di perfezionamento tenuti dai maestri Montanari, Scholz, Citterio, Toth, Bares, Sherwin, Tasini, Baldassari e Bressan. La sua attività concertistica si divide tra la pratica orchestrale e la musica da camera. Collabora con numerose orchestre tra le quali l’Orchestra Talenti Vulcanici della Pietà de’ Turchini di Napoli, l’Orchestra di Savona, l’Orchestra Sinfonica Giovanile Aleramica, l’orchestra Harmonicus Concentus e la Philharmonia Britannica. Collabora con diversi gruppi di musica da camera, attivi specialmente sul repertorio antico.

 

GRUPPO VOCALE “HEINRICH SCHÜTZ”

Si è costituito a Bologna nel 1985 sotto la guida di Enrico Volontieri. Il suo repertorio spazia dalle vette rinascimentali di Lasso e Palestrina a quelle barocche di Bach e Haendel, con particolare attenzione per Schütz oltre che per altri grandi come Buxtehude, Carissimi, Vitali, Scarlatti, Mozart, Brahms. Il Gruppo vocale ha tenuto concerti in numerose città italiane, in formazione vocale o con vari organici strumentali (Orchestra Modo Antiquo, Accademia Bizantina, Ensemble Harmonicus Concentus, il pianista Carlo Mazzoli, ecc.), esibendosi per importanti manifestazioni quali Primavera organistica, Organi Antichi, Dalle Palme a San Luca, Corti Chiese e Cortili, Musica Coelestis, Note nel chiostro al Cenobio di San Vittore, Belluno musica, Festival Marco Scacchi, Cinque sensi d’autore a Padova e Milano, 28° Congresso Internazionale ISME, VI Festival Corale Internazionale “Città di Bologna”, “Vespri d’organo a S. Martino”, Estate Fiesolana, “Bologna Can ta”, “Policoralità a Bologna e in Europa”. Nel maggio 2011, con l’ensemble Harmonicus Concentus, ha eseguito l’integrale della Johannes-Passion di J. S. Bach. Il Gruppo collabora da tempo con il “San Giacomo Festival” e in questo contesto ha eseguito nel 2012 i Responsori del Venerdì Santo di Gesualdo da Venosa e nel 2013, ricorrendo il quarto centenario della morte dell’autore, anche quelli del Sabato Santo. Il gruppo ha recentemente pubblicato con il pianista Carlo Mazzoli per la casa discografica Baryton il CD “Voci dell’anima” dedicato alla vocalità sacra tra Sette e Ottocento per canto e pianoforte. Il gruppo è diretto dal 2006 da Roberto Bonato.

 

HARMONÌA GUITAR DUO GIANLUCA GUIDO MACCARRONE

Rita Casagrande, dopo il diploma in chitarra, conseguito da entrambi con il massimo dei voti e la lode, i due musicisti si incontrano presso l’Accademia Chitarristica “Giulio Regondi” di Milano, dove hanno svolto, con merito, attività di perfezionamento solistico e cameristico sotto la guida di Bruno Giuffredi e di Andrea Dieci. Successivamente all’affermazione individuale in numerosi concorsi nazionali ed internazionali (“J.Brahms” di Acqui Terme, “Città di Asti”, “Città di Reggio Calabria”, “Musica Insieme” di Catania, “Magma International Competition”, “Città di Castelfidardo”, “Premio Lario in musica” di Varenna, “Giulio Rospigliosi” di Pistoia, “F. Sor” di Roma, “Dino Cara-vita”, “Città di Savona” ecc.), i due interpreti, nel 2005, risultano vincitori con Harmonìa Guitar Duo del Primo Premio Assoluto all’8° Festival Chitarristico Internazionale “Città di Voghera”e al I Concorso Chitarristico Internazionale “Arte a 6 corde” di Pavullo nel Frignano. Nel 2006 è stato impegnato nella registrazione di un cd, per l’etichetta Sinfonica di Milano, contenente opere per chitarra del compositore genovese Roberto Tagliamacco.

 

I CAMERA DILETTO

L’ensemble è composto da giovani musicisti emiliano romagnoli e propone brani di musica da camera vocale e strumentale nell’ambito di manifestazioni artistiche e culturali. La particolarità del progetto è quella di ricercare e valorizzare brani poco conosciuti ma di facile ascolto e che richiedono esecuzioni d’insieme anche insolite, con la possibilità di combinare gli artisti in formazioni sempre diverse. Il repertorio spazia dalla musica d’arte di metà Ottocento a quella del primo Novecento. L’attenzione del gruppo è rivolta anche alla produzione musicale locale e all’esecuzione in prima assoluta di opere di compositori contemporanei.

 

JOHAN JONSSON

Professore di Musica presso la Montana State University negli Usa, è nato in Svezia dove ha iniziato gli studi musicali. Ha seguito corsi di perfezionamento ad Aixen-Provence, Parigi e Stoccolma, e ha ottenuto un Master dalla Indiana University negli Usa. Ha suonato nell’orchestra Filarmonica di Stoccolma ed è stato primoviolino di spalla dell’orchestra sinfonica di Bozeman (Montana) e anche della String Orchestra of the Rockies, di cui è stato anche direttore artistico, e con la quale ha inciso due CD. È attivo anche come concertista,direttore d’orchestra, e musicista da camera in Europa e negli Stati Uniti. Dal 2009 vive a Siena, dove lavora presso la scuola Siena Italian Studies.

 

LE DAME VIRTUOSE

L’ensemble è costituito da cantanti, cinque soprani, Maria Dalia Albertini, Claudia Conese, Sonila Kaceli, Miho Kamiya e Alida Oliva e due contralti, Paola Franco e Marcella Ventura, di provenienza internazionale, accomunate dalla specializzazione nel repertorio di canto rinascimentale e barocco conseguita sotto la guida di Gloria Banditelli presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna. Poliedrica la formazione musicale di provenienza, dall’esperienza strumentale al repertorio vocale che spazia fino al Settecento e Ottocento. Gli studi conseguiti presso il Conservatorio definiscono la personalità musicale di ciascuna nel perfezionamento della prassi esecutiva barocca, sostenuta da un’approfondita conoscenza storica dei trattati dell’epoca. Nel repertorio solistico e in diverse formazioni, dal duo al quintetto, le artiste eseguono autori come Monteverdi, Caccini, Gesualdo da Venosa, Bach, Haendel, Scarlatti, Vivaldi,e si esibiscono in numerosissimi concerti con unanimi consensi di pubblico e critica. Al clavicembalo l’ensemble si avvale di Valeria Montanari e, qualora il repertorio lo consenta, sfrutta la possibilità di due clavicembali, con la collaborazione di Chiara Cattani.

 

ANTONIETTA LOFFREDO

Nata a Como, si è diplomata in pianoforte presso il Conservatorio “F.E. Dall’Abaco” di Verona e presso il Conservatorio di Issy les Moulineaux (Francia) ottenendo il Premier Prix e il Prix d’Excellence. Ha successivamente conseguito la laurea magistrale in “Musicologia e Beni Musicali” all’Università degli Studi di Milano con una tesi sul pianoforte giocattolo nella musica d’arte. Apprezzata interprete del repertorio contemporaneo, è stata invitata a tenere concerti, lecture e masterclass in Europa, Medio Oriente, Cina, Australia e Nuova Zelanda da istituzioni quali: Jerusalem Academy of Music and Dance, University of New South Wales di Sydney, Wollongong Conservatorium of Music, University of Canterbury – Christchurch, Liverpool Hope University, Filarmonica Laudamo Messina, Teatro Davila Piteşti, Fundatión Eutherpe León, ecc. Interessata all’ambito pedagogico – musicale, ha conseguito la specializzazione presso l’Università degli Studi di Pavia e suoi scritti sono stati pubblicati da SIEM, ISME (International Society for Music Education), APPCA (Australasian Piano Pedagogy Conference 2009). Ha inciso per Phoenix Classics il CD “Giochi e riflessi dal ’900 – L’infanzia in musica”. Su invito della University of Western Sydney ha inciso per la casa editrice australiana Wirripang i CD “Childhood in music”, “Shadows and Silhouettes: New piano compositions celebrating a Chinese-Western confluence” e “Antarctica: New music for toy piano and/or piano”.

 

MANUEL MALANDRINI

Nasce nel 1988 ed intraprende gli studi nel 2001 presso l’accademia musicale valdarnese. Diplomato nel 2011 in pianoforte principale presso l’I.S.S.M. F. Vittadini con 10/10. Si è esibito in diverse manifestazioni sia come solista, accompagnatore al pianoforte e solista con orchestra. Ha frequentato numerose Masterclass e corsi di perfezionamento dei maestri: A. Turini, M.G. Petrali, S. Amidei, K. Bogino, U. Quagliata, M. Zanini, B. Van Oort, P. Gulda e V. Balzani. Ha partecipato a concorsi di Riccione, Castiglion Fiorentino, Città di Cantù, Città di Prato, Città di Polistena, Premio Luigi Giulotto, 8° Concorso internazionale “Città di Padova”. Ha suonato in diversi festivals internazionali e nazionali: 11° settimana della cultura di Pavia, Prato stagione estiva del chiostro di San Domenico, Montecatini Terme stagione concertistica 08/09, Lucca palazzo Sani, Fiesole aula Magna del Seminario, Auditorium di RHO, associazione Naviglio Piccolo, Chiesa Valdese di Milano rassegna giovani pianisti, Rassegna di Villa in Villa, nella stagione concertistica sangiovannese 2008-2010, Festival “Estate Fiesolana”, inaugurazione del Festival dei saperi dell’Università degli studi di Pavia, Stagione concertistica del Teatro Fraschini di Pavia, Stagione 2012 del Musikforum di Klagenfurt, Miejska Galeria Sztuki a Zakopane. Recentemente ha collaborato con il baritono M. Buda, con la soprano A. Panzarella, con la pianista D. Brunsma, con il direttore d’orchestra/pianista P. Billi e la clarinettista D. Nocentini.

 

GIOVANNI NESI

Conseguiti i titoli accademici con lode e menzione d’onore, prosegue i suoi studi con Andrea Lucchesini e Maria Tipo, decisivi per la sua formazione. Ha vinto i concorsi per le borse di studio “R. Serkin”, “I. Pizzetti” e per la borsa di studio offerta dagli “Amici della Scuola di Musica di Fiesole”, riservate ai migliori allievi di questa istituzione. È stato premiato in numerosi Concorsi Nazionali e Internazionali, e ha ricevuto importanti riconoscimenti dalla Regione Toscana, dai Clubs Rotary e Lions e dalla Fondazione William Walton. Ha all’attivo un’intensa attività concertistica che lo porta ad esibirsi in tutta Italia, tra gli altri per: Amici della Musica di Firenze, Società Aquilana dei Concerti, Jeunesse Musicale, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Maggio Musicale Fiorentino, Società Umanitaria, Fondazione Santa Cecilia di Portogruaro, Palazzina Liberty e La Società dei Concerti di Milano, Teatro Alighieri di Ravenna, Teatro Valli di Reggio Emilia, Teatro La Fenice di Venezia, Camerata Musicale Sulmonese, Teatro Marcello a Roma, Orchestra Sinfonica di San Remo, Camerata Strumentale Città di Prato. All’estero ha tenuto concerti in Gran Bretagna, Grecia, Spagna, Olanda, Austria e Turchia, sempre riscuotendo il più favorevole successo di pubblico e critica. Ha inciso per Tactus e per il Mozarteum di Salisburgo.

 

MICHELANGELO LENTINI

Vincitore di numerosi Concorsi, svolge con successo un’intensa attività concertistica, anche in campo internazionale, sia da solista che in prestigiose formazioni cameristiche. Diplomato in Violino, Viola e Strumenti a Percussione nel Conservatorio di Bari, dopo aver seguito i corsi di perfezionamento tenuti da Uto Ughi, Massimo Quarta e Beatrice Antonioli, ha conseguito il diploma di Alto Perfezionamento in Violino presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, sotto la guida di Felix Ayo. Collabora da più di quindici anni con “I Filarmonici di Roma” e, come Primo Violino di Spalla, si è esibito con le maggiori Orchestre Italiane. Dal giugno 2006 fa parte del prestigioso organico de “I Solisti Veneti”. È docente di violino nel Conservatorio “L. Canepa” di Sassari. Suona un Violino “Guarneri – Sgarabotto” del 1926.

 

MAURIZIO LEONI

Baritono di indole eclettica, ha approfondito diversi ambiti della musica classica vocale. Diplomatosi al Conservatorio “G.B. Martini” ed all’Accademia Filarmonica di Bologna con lode, 1° Premio assoluto al Concorso “Caravita” di Musica da Camera, ha tenuto concerti liederistici, oratoriali e sinfonici in tutta Italia (dalla Sala Verdi a Milano a Santa Cecilia a Roma). Ha al suo attivo 10 Prime assolute nell’ambito dell’opera contemporanea e diverse esperienze nella produ­zione del ‘900 (Il Prigioniero di L. Dallapiccola, Mare Nostrum di M. Kagel). Molti i ruoli operistici debuttati (Leporello, Marcello, Guglielmo in Così fan tutte, Figaro nel Barbiere di Siviglia, Rigoletto) in diversi teatri italiani (Regio di Torino, Opera di Roma, La Fenice) ed esteri (Opera Comique di Parigi, BunkaKaikan di Tokyo). Ha svolto attività d’attore (nell’Impresario delle Smirne di Goldoni per il Teatro Stabile di Torino) e di regista (Il Maestro di Scuola di Telemann, di cui ha curato la versione ritmica italiana, La Zingara di Da Capua e Don Giovanni di V. Righini).

 

FABRIZIO LEPRI

Dopo il compimento degli studi classici in Contrabbasso e Violoncello si è dedicato allo studio della Viola da Gamba e alla prassi esecutiva su strumenti storici presso il Conservatorio Reale di Bruxelles con Wieland Kuijken. Nell’anno accademico 1997/98 consegue il Diploma Accademico di secondo livello con distinzione. In seguito consegue un titolo di studio italiano in Viola da Gamba con il massimo dei voti. Svolge attività concertistica praticando il grande repertorio Barocco per Viola da Gamba. Si dedica anche al repertorio Medioevale e Rinascimentale impiegando una grande varietà di Strumenti ad Arco, come la Vihuela de Arco, La Viola Bastarda, La Viella ecc. Molti degli strumenti che utilizza sono di sua progettazione e realizzazione, frutto di un’attenta ricerca organologica atta a garantirne la massima fedeltà morfologica, costruttiva e filologica. Si è esibito in numerosi paesi europei, tra cui Germania, Francia, Svizzera, Belgio, Olanda, Russia, ecc in prestigiosi festival: Cantar di Pietre, Festival Delle Nazioni, Festival del Ticino, Sagra Musicale Umbra, Macerata Opera Festival, Quodlibet, ecc. Ha inciso CD come solista per Discovery Label e in formazioni cameristiche per O.R.F, R.S.I, Tactus, Brilliant, Bongiovanni, Gam Ut. Docente dal 2010 di Viola da Gamba Presso S.B.M.A. (Scuola Bolognese di Musica Antica), dal 2011 presso Accademia di Arti Antiche Resonars di Assisi, dal 2014 presso il Conservatorio di Musica F. Morlacchi (PG).

 

CLAUDIO GUIDO LONGO

Nasce ad Erice (TP) nel 1979, nel 2002 consegue il diploma in flauto traverso a pieni voti col maestro Giorgio Zagnoni presso il conservatorio G.B. Martini di Bologna, nel 2004 si laurea in musicologia presso l’università degli studi di Bologna con una edizione critica sulle canzonette a quattro voci di Giovanni Maria Artusi. Nel 2007 consegue a pieni voti il biennio accademico di secondo livello in flauto traverso presso il conservatorio G.B. Martini di Bologna. Nel 2009 consegue il biennio di didattica presso il conservatorio G.B. Marini di Bologna. Si è perfezionato in flauto traverso con Mario Ancillotti e Devis Mariotti, ha tenuto diversi concerti in Italia ed all’estero. Ha studiato direzione d’orchestra con Lucio Bergamini, perfezionandosi con Nicoletta Conti ed Aziz Shokhakimov. Ha diretto per diversi anni l’orchestra da camera Giuseppe Torelli di Bologna. Dal 2011 ha ottenuto diversi premi in concorsi nazionali dirigendo orchestre giovanili. Attualmente studia composizione al conservatorio G.B. Martini di Bologna con Gian Paolo Luppi. È titolare della cattedra di flauto traverso presso l’istituto comprensivo numero 1 di Bassano del Grappa (VI).

 

FABRIZIO LONGO

Musicista e musicologo messinese, si è diplomato in violino e laureato in lettere a Messina; ha poi studiato “violino storicamente informato” con maestri di chiara fama tra cui, in particolare, Luigi Rovighi alla storica Accademia Filarmonica di Bologna; ha pubblicato saggi, voci, articoli ed edizioni critiche relativi alla musica del ‘Sei e ‘Settecento per Di Nicolò Libri, SMSP,Walhall, Ut Orpheus, Arcana, Ambronay e Treccani, e registrato per SMSP, Raidue, Raitre, Mediaset, MTV,Teatro di Messina, Radio Classic, Ambronay, Tactus. Vincitore di diversi concorsi nazionali, suona uno strumento anonimo della seconda metà del ‘700, di attribuzione cremonese e nella sua condizione originale.

 

FABIO LUPPI

Nasce nel 1992 a San Giovanni in Persiceto (Bologna), inizia a 8 anni lo studio del Pianoforte iscrivendosi al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna nella classe del M° Carlo Mazzoli, sotto la cui guida si è brillantemente diplomato nel 2013. È risultato vincitore in concorsi Nazionali ed Internazionali di Pianoforte sia come solista che in duo pianistico a 4 mani (Magliano Sabina, Ortona, Massa Carrara, Grosseto, Osimo, San Bartolomeo a Mare, Brescia, Padova, Cesenatico e Lamporecchio). Ha, inoltre, partecipato a Master Class di Pianoforte con Paolo Mello, Brenno Ambrosini, Jung SookTekin e Leslie Howard (da cui è stato selezionato per il concerto finale). Nel 2012, in occasione del progetto “The Schoenberg Experience” (organizzato dal Conservatorio e dal Teatro Comunale di Bologna), ha partecipato come pianista alle esecuzioni del Pierrot Lunaire, nel centenario della prima esecuzione di questa opera, esperienza ripetuta nel 2014 presso l’Istituto “A.Peri” di Reggio Emilia. Parallelamente agli studi pianistici, si iscrive al corso di Composizione nella classe del M° Michele Serra, col quale frequenta il IX corso, dopo aver superato l’esame di compimento medio col massimo dei voti. Sta frequentando anche l’ultimo anno del Biennio Specialistico di Musica da Camera col M° G. Felizzi. Subito dopo il Diploma in Pianoforte ha intra­preso col M° Carlo Mazzoli lo studio del Fortepiano.

 

LEONARDO MACERINI

È nato a Figline V.no (FI) nel 1995. Nel 2005, all’età di dieci anni, inizia gli studi di pianoforte alla Scuola Comunale di Musica “Poggio Bracciolini” di Terranuova B.ni (AR), sotto la guida del M.o Samuele Amidei. Dal 2008 partecipa regolarmente a corsi di perfezionamento tenuti dal maestro russo Konstantin Bogino quali il Forum Pianistico Internazionale della Città di Chioggia (VE)e il Campus delle arti di Bassano del Grappa. Nel 2009, nell’ambito delle celebrazioni della “Festa della Toscana”, il Comune di Montevarchi (AR) gli ha conferito il premio “Arti, Culture, Futuro”. Nel 2011 partecipa al Festival Musicale Savinese, dove è vincitore di una borsa di studio al “Premio F. Bindi” consentendogli di esibirsi in concerto l’anno successivo presso il Castello di Gargonza (AR) ed all’Auditorium “Le Fornaci” di Terranuova B.ni. Dal 2012 frequenta l’AIMR – Accademia Musicale Internazionale di Roma sotto la guida del M.o Konstantin Bogino e dei suoi assistenti S. Bogino, V. Ogarkov e L. Pietrocini. Ha partecipato a concorsi pianistici nazionali e internazionali, dove ha ottenuto il 1° premio al Concorso Pianistico Internazionale Città di Chioggia (VE), il 1° premio al Concorso Pianistico Nazionale “P. Agostini” di Prato e il 2° premio al Concorso Pianistico Internazionale «Città di Castiglion Fiorentino», con la giuria presieduta dal M.o S. Perticaroli.

 

CRISTINA MARRAI

Diplomata in Pianoforte con il massimo dei voti, ha conseguito il Master of Arts in Music Performance, laurea di II livello, presso la Scuola Universitaria della Svizzera Italiana. Si è perfezionata con S. Dorensky all’Internationale Sommerakademie Mozarteum di Salisburgo, H. Francesch e P. Badura-Skoda. Premiata in concorsi nazionali ed internazionali, ad undici anni ha debuttato come solista al Teatro Comunale di Bologna esibendosi poi con l’Orchestra del Conserva­torio di Bologna, la Camerata Filarmonica dell’Università di Bologna e l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna. Svolge attività concertistica prevalentemente in ambito cameristico. È titolare di cattedra di Pianoforte presso l’I. C. di Malalbergo.

 

PAOLA MATARRESE

È uno degli esempi di eclettismo più straordinari del panorama musicale italiano: già protagonista del 19° Zecchino d’Oro, studia canto lirico e cameristico e pop-musical, diplomandosi brillantemente in Canto pop, Canto Lirico, in Musica Vocale da Camera, Didattica della Musica e Laurea in Discipline Vocali Contemporanee. Nel campo della lirica, Liederistica, della canzone classica, jazz e popolare d’autore ha tenuto centinaia di concerti in Italia e all’estero grazie ad un vastissimo repertorio, con frequenti incursioni nel teatro e nel camerismo contemporanei e numerose prime esecuzioni. Ha all’attivo la registrazione di vari CD (Fotogrammi – Film in Musica, La leggenda di Walt Disney, Nova Cantica, Ave Maria in uscita a dicembre 2014).

 

CARLO MAZZOLI

Pianista, si è diplomato a pieni voti presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna con Luigi Mostacci, e dopo la laurea in Ingegneria meccanica presso l’Università di Bologna si è dedicato completamente alla musica, perfezionandosi con Rodolfo Caporali, Franco Scala, e ai corsi dell’Associazione “Incontri col Maestro” di Imola (ora Accademia). Premiato in concorsi pianistici nazionali ed internazionali, ha suonato per importanti istituzioni musicali in Italia e in vari paesi di Europa, America, Asia e Africa, come solista, in diverse formazioni da camera e in duo pianistico. Dedicatosi allo studio del pianoforte storico, ha fondato il “Fortepiano Ensemble di Bologna” con cui ha registrato un CD per la Nuova Era con musiche di Mozart; ha effettuato altre registrazioni discografiche (RCA, Nuova Era, Videoradio, Tactus, Baryton) e radiotelevisive (RAI Radiotre, Radio Vaticana e network privati). Nel 2010 è stato invitato a suonare i pianoforti storici della Collezione Tagliavini, in occasione dell’inaugurazione del Museo di S. Colombano di Bologna con il quale ora collabora regolarmente. Insegna Pianoforte e Fortepiano presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna.

 

LORENZO MEO

Consegue il diploma in pianoforte al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna sotto la guida di M.G. Noferini, perfezionandosi successivamente presso importanti istituzioni musicali tra le quali l’Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma e l’Accademia Musicale Pescarese. Partecipa ai corsi e alle masterclass di musicisti quali P. Badura-Skoda, B. Bekhterev, P. Bordoni, K. Bogino, R. Filippini, A. Lonquich. Premiato in vari concorsi pianistici, tiene regolarmente concerti presso importanti rassegne musicali. Appassionato divulgatore del repertorio contemporaneo, cura le prime esecuzioni di diverse composizioni a lui dedicate. La discografia comprende opere del XIX, XX e XXI secolo. Affianca all’attività di esecutore quella di compositore. Scrive musica da camera e per orchestra, musica elettroacustica mista ed acusmatica, opere per il teatro musicale.

 

FRANCO MEZZENA E NANCY BARNABA

Violinisti, dalle riconosciute qualità tecniche ed espressive, hanno deciso di intraprendere un progetto musicale che vede nella formazione del duo una nuova fonte di espressione, supportata da un repertorio veramente vasto e poco praticato. Questo Duo, contraddistinto dalla notevole allure virtuosistica, propone un programma che tocca i principali compositori del panorama mondiale dal settecento ai giorni nostri, combinandoli tra loro in modo molto interessante, al fine di allietare il pubblico con gli autori più conosciuti e di interessarlo con autori di rara esecuzione. Si sono esibiti a Siena per Primavera Senese Festival Musica Siena, Empoli per l’Associazione Rami musicali, Taranto in un Concerto di beneficenza per l’A.I.D.O. Associazione Italiana Donatori Organi, presso la Villa Taverna a Roma per l’Ambasciatore americano David Thorne, a Napoli hanno aperto la Stagione Concertistica organizzata dall’Associazione Napoli-Nova, al Teatro Viotti di Fontanetto Po per l’Associazione Musicale G. B. Viotti. Compositori illustri quali Simone Fontanelli e Franco Trabucco hanno dedicato brani al Duo. Dopo la registrazione del CD Bach Soirèe per l’etichetta discografica Wide Classique, attualmente il Duo è impegnato in numerosi concerti in Europa e sta lavorando ad un progetto discografico a lungo termine per IMD Records, che comprende anche l’integrale dei Duetti di Giovanni Battista Viotti.

 

DAVIDE MONTI

Violinista, unisce una contagiosa energia con una particolare naturalezza espressiva. È richiesto come direttore, solista, spalla e musicista da camera: molte sue esecuzioni sono state descritte come “fenomenali”, con “incredibile freschezza”, dove “tutto appare straordinariamente spontaneo e organico”. Le sue registrazioni hanno conseguito importanti riconoscimenti, e includono le Quattro Stagioni di Vivaldi, recensite come “sicuramente una delle migliori versioni dell’ultimo decennio”. Diplomatosi al Conservatorio di Parma e Verona, Davide Monti è stato il leader / solista di numerosi ensemble tra cui l’Orchestra Barocca Europea (EUBO), Il Tempio Armonico, Accademia Arcadia in Australia, e Ensemble Elyma, e si esibisce regolarmente come Arparla con l’arpista Maria Cleary. Nel 2014 è stato direttore del maggiore gruppo barocco canadese, Tafelmusik. Si è dedicato con passione all’arte dell’improvvisazione, dove l’esperienza di comunicazione estemporanea si affianca ad altre forme d’arte come il jazz, il teatro, la danza e la scherma. Egli considera la partitura come canovaccio, in cui ogni performance è diversa e vitale. Davide Monti ha insegnato improvvisazione, nell’ambito di un percorso di pratica storicamente informata, in Europa, Canada, Asia e Australia.

 

RICCARDO MORINI

Diplomatosi in pianoforte al “G. Lettimi” di Rimini col maestro Paolo W. Cremonte, si è dedicato alla musica antica studiando prassi esecutiva, clavicembalo, fortepiano e canto gregoriano al conservatorio “G. B. Martini di Bologna” con Silvia Rambaldi, Carlo Mazzoli, Mauro Valli, Enrico Casazza, Daniele Salvatore. È stato vincitore della borsa di studio come allievo accompagnatore al cembalo ed ha suonato in diverse formazioni, tenendo numerosi concerti. Ha partecipato a masterclass e seminari tenuti da Christophe Rousset, Emilia Fadini, Luigi Ferdinando Tagliavini, Giovanni Acciai. Cantore della Cappella Musicale di San Petronio, ha partecipato all’incisione discografica della messa a nove voci di Paolo Colonna.

 

MULIERUM SCHOLA GREGORIANA CLAMAVERUNT IUSTI

È stata fondata nel marzo 2007 da un gruppo di allieve delle due università di Varsavia: l’Università Cattolica S. Wyszynski e l’Università Musicale F. Chopin. Il gruppo esegue e promuove il canto monodico cristiano e specialmente il canto gregoriano mettendo in pratica il frutto delle indagini scientifiche nel campo della semiologia gregoriana, basate sulle fonti manoscritte più antiche. L’interpretazione delle scritture neumatiche che propone non è soltanto storicamente probabile ma motivata e confermata dalle prove scientifiche. Il gruppo percorre la strada tracciata dal grande maestro solesmense Dom E. Cardine e dai suoi discepoli, tra cui Nino Albarosa. La Schola tiene concerti in numerose occasioni in Polonia e all’estero ma si esibisce soprattutto in ambito liturgico. Nel 2011 ha conseguito il premio speciale nella categoria di canto gregoriano e il premio speciale ex-aequo nella rassegna di canto monodico cristiano al 59° Concorso “Guido d’Arezzo”. Direttore del coro è il dott. Michał Sławecki, docente di musica sacra a Varsavia.

 

ANGELA NACCARI

Si è diplomata in Pianoforte e Clavicembalo, e poi perfezionata coi maestri F. Medori e M. Damerini; si è laureata al DAMS di Bologna; ha conseguito il diploma in Musica Antica presso il PIMS di Roma. Svolge attività concertistica rivolta soprattutto al repertorio lirico; ha collaborato e collabora come maestro sostituto e maestro al cembalo nell’allestimento di opere. Si esibisce regolarmente con gruppi strumentali e ha collaborato con artisti quali: T. Indermühle, S. Moroz, B. Weinmeister, M. Sburlati, L. Giuliani; con quest’ultimo ha inciso due CD Euphonia dedicati al repertorio per corno e pianoforte. È docente al Conservatorio di Musica S. Cecilia di Roma dove collabora al corso di Canto Rinascimentale e Barocco.

 

OPERAPERÒ

Si è formato in occasione dello spettacolo celebrativo dei 200 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi e ha deciso di continuare nella realizzazione di racconti di opere liriche e/o delle vite dei grandi compositori. Silvia Orlandi diplomata al Conservatorio di Ferrara è stata per diversi anni maestro collaboratore al teatro Comunale di Bologna. Alessandro Goldoni, tenore: ha vinto premi lirici e si esibisce in concerti ed opere. Fausta Molinari, laureata al corso D.A.M.S. in storia dello spettacolo è stata impegnata per venti anni nell’Aula didattica del teatro Comunale di Bologna. Silvia Salfi, soprano: impiega la sua vocalità in un repertorio che spazia dall’opera alla liederistica, dal sacro al popolare. Recentemente si esibisce in progetti teatrali come cantante/attrice.

 

PACOLONI ENSEMBLE

L’esecuzione della letteratura per quartetto liutistico, di per se poco consistente quantitativamente, necessita di quattro liutisti, ma non si accontenta di quattro liuti. Infatti sono diverse le combinazioni strumentali che le fonti residue ci tramandano. Può risultare necessario che tra il primo e il secondo liuto ci sia un intervallo di quarta, o di seconda; tra il secondo e il terzo liuto un intervallo di seconda o di terza; tra il terzo e il quarto liuto un intervallo di seconda o di quarta. Le combinazioni che ne derivano sono possibili con i cinque strumenti utilizzati in questo concerto. Il quartetto “Pacoloni Ensemble” nasce come sviluppo del preesistente, omonimo, trio, che prendeva il nome dal più prolifico autore della letteratura per tre liuti: Giovanni Pacoloni. I componenti mettono in comune le loro esperienze individuali, maturate in contesti e percorsi diversi, e affrontano la difficoltà logistica dovuta alla dislocazione geografica (i quattro provengono, nell’or­dine, da Milano, Cagliari, Bologna e Firenze) pur di portare avanti l’arduo progetto di fare il punto sull’esistente letteratura per quartetto. Essa è infatti la punta di un iceberg che ci svela una pratica ben più diffusa basata soprattutto sulla capacità di improvvisazione. Oltre alle versioni originali per quartetto (dal Thysius Lute Book, dal Pratum Musicum di E. Adriaenssen e da Le Secret Des Muses di N. Vallet) il programma prevede elaborazioni per quartetto di brani di G. Pacoloni e Pietro P. Meli.

 

GIOVANNI PAGANELLI

Clavicembalista, organista e direttore d’orchestra deve la sua formazione rispettivamente ai maestri Baroni, Verdicchio e Moretto. Ha studiato anche con i maestri Tagliavini, Mikkelsen, Fratelli, Nasillo, Caporali, Barzaghi e Bellugi per poi perfezionarsi al Westminster Choir College of the Arts di Princeton (USA) per la direzione e presso il conservatorio di Amsterdam per il clavicembalo. Collabora stabilmente con la Cappella Musicale del Duomo di Modena. Fondatore dell’orchestra “Marija Judina” di cui è direttore stabile, si è esibito con essa in numerose città tra le quali Modena, Bologna, Parma, Sassari, Campobasso. Collabora inoltre stabilmente come direttore e concertatore al cembalo con prestigiosi enti tra i quali ERConcerti, Gioventù Musicale d’Italia.

 

ROBERTA PANDOLFI

Si diploma con il massimo dei voti e lode presso il conservatorio “G. Rossini” di Pesaro sotto la guida del M° Giovanni Valentini. Attualmente si sta perfezionando presso l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, sotto la guida dei maestri Leonid Margarius ed Enrico Pace. Ha seguito masterclass con i maestri A. Jasinski, F. Scala, B. Petrushansky, R. Risaliti, M. Vergini, L. Howard, V. Balzani, B. Lupo,riscontrando sempre vivi apprezzamenti. Si dedica costantemente all’attività concertistica sia come solista che in formazioni di musica da camera e con il progetto “Duhell” (pianoforte e fisarmonica), occupandosi anche di repertorio contemporaneo e esibendosi alle prime esecuzioni di brani inediti. Parte della prima esecuzione dal vivo del brano “Lord ye mirror of musig” di Pietro De Gregorio è stata utilizzata come colonna sonora del documentario “Mi ricordo Mario Giacomelli” (2010), realizzato a dieci anni dalla morte di uno dei fotografi più esposti al mondo. Collabora inoltre con i compositori Marzocchi, Comitini, Vagnini. Si esibisce regolarmente nelle sale e nei teatri italiani tra cui quelli di Pesaro, Urbino, Fano, Cagli, Senigallia, Bologna, Venezia, Milano, Roma. Ha tenuto dei concerti in duo pianistico con varie repliche per “Bologna Festival” presso il teatro dell’Antoniano. Si è esibita presso il castello di Wolfsburg (Germania) nel giorno della commemorazione della caduta del muro di Berlino (2008).Nel 2013 si è esibita in Corea del Sud come Duhell.

 

PETRONIUS BRASS ENSAMBLE

Fondato nel 1989, il Petronius Brass Ensamble di Bolo­gna si propone di divulgare il vasto repertorio esistente per Ensamble di Ottoni, dal Barocco al Moderno nei vari generi sacro e profano. Il gruppo, formato da professionisti attivi nelle principali istituzioni musicali Italiane,generalmente si esibisce in formazione di quintetto: 2 Trombe, Corno Trombone e Bassotuba strumenti che consentono esecuzioni originali brillanti ed espressive nei vari contesti. In questi anni il Petronius Brass Ensamble ha tenuto con successo numerosi concerti sia in Italia che all’estero destando interesse nonché vivi consensi di pubblico e critica.

 

ANASTASIYA PETRYSHAK

Nasce nel 1994. Si diploma a 17 anni, con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore al conservatorio di Parma. Ha studiato nelle prestigiose istituzioni quali l’Accademia Internazionale “W. Stauffer” di Cremona, l’Accademia Chigiana di Siena, l’Accademia Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, seguita dal M° S. Accardo, O. Semchuk, L. Gorna. Inoltre ha studiato con Z. Bron, B. Belkin, P. Amoyal, R. Koelman. Risulta vincitrice assoluta in più di 20 concorsi nazionali ed internazionali, nel 2011 si aggiudica il premio di Miglior Diplomata dei Conservatori d’Italia. Ha tenuto numerosi concerti-recital nelle importanti istituzioni concertistiche in Italia ed all’Estero suonando da solista con importanti orchestre. Dal 2010 si esibisce come solista e, in duetto, con Andrea Bocelli affiancandolo in numerosi concerti con grande successo del pubblico e della critica. Collabora con il Museo del Violino di Cremona suonando regolarmente gli strumenti della collezione, come Stradivari, Amati, Guarneri del Gesù… Esegue regolarmente numerosi concerti solistici e concerti in collaborazione con artisti di caratura internazionale.

 

MARGHERITA PORFIDO

Consegue il Diploma di Pianoforte nel 1978, il Diploma di Clavicembalo nel 1987, la Laurea di II Livello di Clavicembalo nel 2012 e la Laurea di II Livello in Musica da Camera nel 2014. Iniziando la sua carriera concertistica dapprima come pianista dal 1983 si dedicherà poi completamente al clavicembalo con repertorio Rinascimentale-Barocco (in special modo italiano) e contemporaneo. Predilige il repertorio solistico e di solista con orchestra. Ha eseguito i concerti di J. S. Bach, V. Mortari, G. Petrassi, I. Vandor, F. Poulenc, G. Malipiero con prestigiose orchestre sinfoniche e da camera. Suona in Italia e all’estero in importanti Rassegne e Festival. A lei sono state dedicate oltre 40 composizioni di autori contemporanei sia italiani che stranieri. Fondatrice e Direttrice Artistica del Concorso Internazionale per Clavicembalo Wanda Landowska e dell’omonimo Festival. È Docente di Pianoforte al Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari.

 

CRISTINA POPA

Nata a Chisinau (Moldavia), inizia gli studi della musica a 5 anni. Nel 2006 si trasferisce in Italia. Viene ammessa al IV corso di Flauto traverso al Conservatorio di Ferrara “Girolamo Frescobaldi” studiando con il M° Luciano Ravagnani fino al 2011. Continua con il M° Filippo Mazzoli e conclude con la Prof.ssa Maria Cristina Tarozzi diplomandosi nel 2012. Attualmente sta conseguendo la Laurea in Flauto Traverso nello stesso Conservatorio. Suona come 1° Flauto nell’Orchestra del Conservatorio di Ferrara e collabora con l’Orchestra Città di Ferrara. Ha partecipato alla produzione delle seguenti opere: “Il mondo della luna” di J. Haydn (2010), “Il ritorno di Euridice” (2012), “Falstaff ” (2013), e “Pierino e il Lupo” (2014). Ha partecipato a Masterclasses tenute dai Maestri Christian Heubes, Tim Smithson, Hugo e Juan Lucas Aisemberg (allievi di Piazzolla), Andrea Oliva, Maurizio Valentini. Ha vinto tre borsa di studio “Giorgio Girati”, “Amici di Irina”, e “D. Masarati”. Nel 2014, con la Fantasia pastorale ungherese di Franz Doppler, è stata selezionata per esibirsi come solista al Teatro Comunale “C. Abbado” di Ferrara con l’Orchestra del Conservatorio, diretta dal M° Russo. Ha suonato al Teatro Comunale di Ferrara, di Copparo, di Pesaro e di Cesena, nella Filarmonica “Mozart” di Bologna, alla Sala della Pinacoteca nazionale del Palazzo dei Diamanti di Ferrara, al Palazzo Bonacossi, al Museo Archeologico di Ferrara, al Teatro della Pandurera di Cento.

 

BERNARDO REPPUCCI

Diplomatosi sotto la guida del Prof. Gabriele Raspanti attualmente frequenta il corso di alto perfezionamento del Prof. Felice Cusano presso la Scuola di musica di Fiesole. In veste di solista si è esibito insieme all’orchestra “G. Torelli” di Bologna e all’Orchestra da camera “Irpina” nell’esecuzione dei principali concerti barocchi da Bach a Vivaldi. Non ha mai abbandonato gli studi umanistici laureandosi in Discipline musicali presso il DAMS di Bologna con una tesi su “La tecnique superieure” di L. Capet. Ha suonato in diverse formazioni cameristiche in qualità di primo violino: Orchestra Città di Castrocaro, Orchestra da Camera di Bologna e Orchestra G. Torelli.

 

GIACOMO SCARPONI

Si è diplomato in violino con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio F. Morlacchi di Perugia. Si è perfezionato con A. Salvatore, con Uto Ughi (Accademia Chigiana), con G. Franzetti (Scuola di Fiesole) vincendo le borse di studio indette dalle stesse. Nel 2001 si è classificato al 1° posto al concorso per Violino di fila indetto dall’Orchestra del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino,della quale è stato membro stabile nella fila dei primi violini fino al 2005 e dove ottiene l’idoneità al concorso per Concertino dei primi violini nel 2007. Nel 2004, è risultato idoneo 1° classificato all’unanimità al concorso per Concertino dei primi violini indetto dal Teatro Comunale di Bologna dove ricopre il suddetto ruolo.

 

SOLENSEMBLE

È un complesso vocale femminile nato nel 2011 dall’iniziativa di alcune colleghe ed amiche, musiciste di diverse città italiane. Provenienti da vari e qualificanti percorsi musicali, le componenti di SolEnsemble sono accomunate dal desiderio di valorizzare e proporre il vasto repertorio dedicato alla voce femminile. La versatilità del gruppo permette infatti di presentarsi con una formazione corale, solistica o madrigalistica. Parte integrante dell’ensemble sono la pianista Iolanda Franzoso e l’organista Sara Dieci. Dalla sua fondazione, SolEnsemble ha presentato programmi concertistici su musiche di autori di grande repertorio – Britten, Brahms, Fauré, Poulenc, Saint-Saëns, Monteverdi, Scarlatti – e altri di più raro ascolto – Boulanger, Diemer, Duruflé, Furgeri, con particolare attenzione alle compositrici antiche e moderne. Il gruppo si è esibito in prestigiosi contesti in varie città italiane, collaborando con diversi musicisti: gli organisti Antonio Bortolami e Michele Geremia, le arpiste Cristina Ghidotti e Francesca Tirale, la liutista Ilaria Fantin, la clavicembalista Chiara De Zuani. La preparazione vocale del gruppo è affidata a Elisabetta Tiso, la direzione musicale a Patrizia Vaccari. Come Associazione Culturale, SolEnsemble si occupa anche di ricerca musicale e di organizzazione di corsi, masterclass ed eventi culturali.

 

FERDINANDO TERMINI

Nasce a Palermo il 10/04/1992. Si diploma in chitarra con il massimo dei voti presso il conservatorio di Bologna “G.B. Martini”, allievo del maestro Walter Zanetti. Attualmente è iscritto al secondo anno di biennio di specializzazione sotto la guida dello stesso insegnante. Si è esibito in varie città d’Italia, tra le quali Palermo, Monreale, Vibo Valentia, Falconara, Ascoli, Monterotondo (RO), Vignola (MO), Bologna, Torino. Nel 2012 ha tenuto un recital solistico durante la seconda rassegna di giovani musicisti a Nuoro, in occasione del concorso internazionale “Augustin Barrios”. Nello stesso anno si è esibito durante il Festival “Federico Cesi” a Todi. Nel 2013, in seguito ad un’audizione è stato selezionato per eseguire il “Concerto in Re Maggiore” di Vivaldi per chitarra e orchestra con l’orchestra del conservatorio di Bologna. Nello stesso anno si è esibito nuovamente con la stessa orchestra essendo risultato vincitore della borsa di studio “Fondazione Zucchelli”. Nel 2014 si esibito al teatro “Comunale” di Bologna prendendo parte alla realizzazione dell’operetta “Brundibar” del compositore ebreo Hans Kràsa in occasione del Giorno della memoria. Ha frequentato vari corsi di perfezionamento con insegnanti di fama nazionale ed internazionale. Ha partecipato a diversi concorsi nazionali, europei ed internazionali, ottenendo premi e riconoscimenti. Lavora come insegnante di chitarra classica presso l’associazione “musicaper”.

 

MARIA VITTORIA TONIETTI

Laureata in Filologia Semitica e in Storia della Musica, si è diplomata in canto al Conservatorio Cherubini di Firenze, dove ha studiato anche composizione, analisi musicale, e canto da camera. Si è perfezionata all’Accademia Chigiana con Daniel Ferro, a Parigi con Noemie Perugia, alla Mozarteum Sommerakademie di Salisburgo con Mitzuko Shirai, Hartmut Höll, e Galina Vishnevskaja e con Erik Werba; ha seguito i corsi di musica contemporanea del G.A.M.O., tenuti da Liliana Poli. Ha fatto parte dell’ensemble “L’HommeArmé”, dedicandosi allo studio della vocalità antica con James Griffet, del “Pro Cantione Antiqua”, e con Jill Feldmann. Nel 1990 ha conseguito il “Premio Giovani Interpreti” del Festival Internazionale di Canto da camera di Carpi. Svolge attività concertistica come solista, in particolare nel repertorio cameristico. Nel 1990 ha tenuto concerti in Brasile e un corso di canto per la Fundaçao Carlos Gomez. Nel 2002 in Messico ha tenuto concerti e una registrazione per radio UNAM, e due masterclass di canto, all’Università di Città del Messico e al Conservatorio di Morelia. Il suo repertorio cameristico spazia nella produzione vocale italiana, francese, tedesca, russa, spagnola e inglese, che esegue esclusivamente in lingua originale. A partire dalla sua tesi di laurea in Storia della Musica sulla musica vocale di O. Messiaen, ha conosciuto personalmente il compositore francese, alla cui opera è particolarmente legata anche come interprete.

 

TRIO “ADRIANO BANCHIERI”

Di recente costituzione, è formato da solisti che insegnano nell’Istituto Musicale “Banchieri” di Molinella. I componenti: IVANO MELATO, flautista, ha ricoperto il ruolo di primo flauto nell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna fino al 2008. Ha alternato regolarmente l’attività orchestrale a quella cameristica e in formazioni come i “Filarmonici del Teatro Comunale di Bologna”. Ha inciso per Decca, Sony, Deutsche Grammophon, ed ha effettuato registrazioni video per la RAI. Docente per 23 anni nei Conservatori di Cesena, Bologna e Ferrara. MARCO MASCELLANI, oboista, si è perfezionato con il M° R. Valeriani e P. Borgonovo alla Scuola di Musica di Fiesole. Finalista e vincitore di vari concorsi nazionali ed internazionali, ha collaborato in produzioni lirico sinfoniche con le Orchestre: Sinfonica di Sanremo, Sinfonica Abruzzese, “Haydn” di Trento e Bolzano e Teatro Comunale di Bologna. È insegnante alla scuola media ad indirizzo musicale di Loiano. ROBERTO BONATO, svolge attività concertistica sia come pianista in formazioni cameristiche che come direttore di cori ed ensemble strumentali, partecipando a rappresentazioni teatrali di opere d’epoca classica e barocca. Ha avuto ruolo di maestro collaboratore al pianoforte al Teatro Comunale di Bologna. Dirige stabilmente il gruppo vocale “Heinrich Schutz” di Bologna ed il il coro “V. Bellini” di Budrio, partecipando ad allestimenti operistici nei teatri dell’Emilia Romagna.

 

PAOLA ALESSANDRA TROILI

Inizia gli studi musicali presso il Conservatorrio “G.B. Martini” di Bologna, proseguendoli al Conservatorio “G.Verdi” ove si diploma brillantemente sottola guida di Bruno Canino. Si perfeziona quindi con i Maestri Joerg Demus, P. Badura-Skoda, M. Campanella, L. Margarius. Studia a Milano composizione con B. Bettinelli e a Monaco di Baviera pianoforte con G. Oppitz. Su invito della “Kulturstiftung Wilhelm Kempff” ha partecipato ai “Beethovenkurse”di Positano, riservati a pianisti di eccezionale valore. Si è esibita in Teatri e Sale da Concerto delle più importanti città italiane: Bologna (Teatro Comunale, Teatro Manzoni, Sala Bossi, Aula Absidale S. Lucia) Milano (Sala Grande del Conservatorio, Sala Puccini, Palazzo Litta, Palazzo Serbelloni) Roma (Sala Rospigliosi-Quirinale) Firenze (Sale Medicee, Lyceum) Pisa (Teatro Verdi). Ha tenuto tournèes in Danimarca (Copenhagen, Nakskov) Olanda (Amsterdam, L’Aja) Germania (Wiesbaden, Frankfurt am Main, Wolfsburg, Braunschweig, Muenchen) Ucraina (Leopoli-Lvov) Slovenia (Lubiana) Giordania (Amman) Israele (Tel Aviv, Gerusalemme) ottenendo sempre vivissimo consenso di pubblico e critica. È stata invitata ad inaugurare, prima artista italiana, il Nuovo Auditorium di Gerusalemme, costruito appositamente per la visita di S. S. Giovanni Paolo II. Ha eseguito concerti per pianoforte ed orchestra sotto la direzione, tra gli altri, di Alberto Veronesi. L’attendono importanti appuntamenti in ambito internazionale.

 

LAURA VALENTINI

Diplomata in pianoforte e clavicembalo, è iscritta al biennio superiore in clavicembalo al Conservatorio Rossini di Pesaro. Ha studiato e si è perfezionata con maestri di fama internazionale quali Carini, Carunchio, Delle Vigne, Fiorentino, Baldassari, Parle, Scholz, Tarum, Kamata. Svolge attività concertistica come solista ed in formazioni cameristiche. Dal 2007 è Maestro Collaboratore per il “Rossini Opera Festival” di Pesaro. Laureata in Scienze Geologiche con massimo dei voti e lode, ha conseguito un Dottorato di ricerca presso l’Università di Bologna.

 

SIMONE VALLEROTONDA

Dopo aver iniziato gli studi musicali sulla chitarra moderna, affascinato dalla musica antica, ha intrapreso lo studio del liuto con Andrea Damiani al Conservatorio Santa Cecilia di Roma, dove si è diplomato col massimo dei voti. Ha successivamente conseguito il diploma di Master su Tiorba e Chitarra barocca con il massimo dei voti presso la Staatliche Hochschule für Musik di Trossingen, sotto la guida di Rolf Lislevand. Si è laureato in Filosofia col massimo dei voti presso l’Università “Tor Vergata” di Roma e specializzato in Estetica col massimo dei voti e la lode, dedicandosi ai rapporti tra la musica del ‘700 e i Philosophes. Nel 2011 è risultato miglior classificato, nella sezione Liutisti, al Concorso di Musica Antica “Maurizio Pratola” e, nello stesso anno, vincitore, con il “Duo B.L.U.” del concorso REMA (Rèseau Européen de Musique Ancienne). Ha suonato nei più importanti festivals europei tra cui: Innsbrucker Festwochen der Alten Musik, Festival di Beaune, Festival di Utrecht, Poznan Festival Baroque e presso prestigiose sale da concerto e teatri come la Wigmore Hall di Londra, l’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma, Casa da Musica di Oporto, l’Accademia Filarmonica Romana, il Theater an der Wien. Ha registrato per: RAI, BBC, Mezzo, France Musique, Radio4, Arte, Polskie Radio, Kulturradio e ha inciso per Naïve, Sony, Erato, EMI, Amadeus, Brilliant, Aparthé, E Lucevan Le Stelle Records. Nel 2014 fonda “I Bassifondi”, ensemble con cui propone il repertorio per Chitarra, Tiorba e Liuto del ‘600 e ‘700 sia strumentale che vocale.

 

GABRIELE ZANETTI

Ha compiuto gli studi di chitarra presso il Conservatorio di Brescia. È prima chitarra del ACCORDANCE GUITAR ENSEMBLE, diretta dal M° Alessandro Bono. Svolge attività concertistica con lo svizzero Antonio Malinconico. È prima chitarra del quartetto di chitarre “Giacomo Merchi”. Suona in duo con il violoncellista Eugenio Reboldi con cui ha registrato un disco dedicato al repertorio del’900. Suona nell’Orchestra di Mandolini e Chitarre Città di Brescia. Suona in duo con il saxofonista Guido Consoli, con la violinista Anca Vasile. Nel marzo 2014 ha registrato “guitar architecture”, disco dedicato alla musica contemporanea per chitarra classica ed elettrica. Ha pubblicato il metodo didattico per bambini “musichiamo con la chitarra”.

 

ELINA YANCHENKO

Nata a Kiev in Ucraina, si è laureata presso l’Accademia Nazionale P.I. Ciaikovsky ed ha frequentato il corso superiore “S. Rachmaninov” a Tambov (Russia). Ha svolto attività concertistica a Kiev, San Pietroburgo, Kaunas, Chmelnitsky, ed altre città dell’ex Unione Sovietica, e ha insegnato al liceo musicale ed al conservatorio statale di Kiev. Le viene riconosciuta nel 1997 la Prima categoria di maestro concertatore e di insegnante di pianoforte. Ha vinto il Primo Premio nel concorso nazionale per insegnanti delle scuole musicali in Ucraina, e nel 1999 ha ottenuto il Diploma d’Onore del Torneo Internazionale di Musica a Bologna ed è risultata vincitrice nella finale dello stesso concorso a Roma. Negli anni 2009-10 ha insegnato con l’Unione Corale Senese.